Crea sito
lug
10
2012

Mal di testa? Grasso? Obesità? Intolleranze alimentari? Tutto causato dalla DISBIOSI

Cos’è la disbiosi?

La disbiosi è un’alterazione della flora batterica intestinale.

La flora batterica comincia a svilupparsi dalla nascita, con il passaggio vaginale del neonato (sterile) e l’allattamento al seno. Questa flora, naturalmente presente e necessaria per la vita, è costituita da diverse specie di microorganismi (500-1000 specie) che agiscono positivamente sulla nostra salute a più livelli:

  •   Barriera di difesa rispetto ad agenti patogeni (cioè che ci possono far ammalare);
  •  Producono ormoni e vitamine;
  •  Digeriscono per noi e ci aiutano a livello del metabolismo;
  • Modulano il sistema immunitario e la risposta contro l’esterno.

Le 500-100 specie batteriche (un numero impressionante se ci pensate: 100 volte più batteri che cellule nel nostro corpo!!)  vivono nel tratto gastrointestinale e costituiscono un vero e proprio ecosistema. L’equilibrio tra i vari gruppi e sottogruppi di questi batteri è indispensabile per la salute. Quando questo equilibrio (eubiosi) si rompe si parla di disbiosi e si possono creare le condizioni per la proliferazione dei germi patogeni cattivi. La flora batterica intestinale perde il proprio ruolo di barriera protettiva dell’organismo e lascia passare le sostanze nocive facilitando così la proliferazione di funghi (come ad esempio la candida!), di reazione allergiche o di malattie autuimmuni (come ad esempio l ‘atrite reumatoide!). La flora batterica dunque è il vero motore vitale dell’intestino (per gli  scienziati il nostro  secondo cervello), da cui dipende il nostro sistema immunitario e quindi la salute generale dell’organismo. Ecco perchè quando sorgono problemi a livello intestinale ci ammaliamo più facilmente o ci mettiamo molto più tempo a guarire anche da un semplice raffreddore.

Da cosa è causata la disbiosi?

  1. da cattiva alimentazione ( cibi raffinati, zuccheri, caffè o alcool);
  2. da farmaci (antibiotici, cortisone, lassativi, anticoncezionali, vaccini, antidepressivi, stimolanti, ansiolitici ecc);
  3. dallo stress (che influisce sulla mobilità dell’intestino)
  4. da agenti inquinanti ma anche dall’età, da un’infezione, da additivi o da sostanze chimiche.

I sintomi più comuni della disbiosi (MA NON GLI UNICI!) sono: gastrite, pancia gonfia, mal di testa, stanchezza cronica, digestione difficile, candida (l’avreste mai detto?), intolleranze alimentari, stitichezza alternata a dissenteria, disturbi del sonno e cambiamenti d’umore, rash cutaneo, allergie, artrite reumatoide. Ne riconoscete qualcuno o molti? VI suonano familiari?

Cosa fare allora? La disbiosi non è difficile da sconfiggere, se sapete di averla e sapere come fare….. Dovete prevedere una cura di almeno 1-2 mesi ed anche se, all’inizio non vdetrete il 10% di benifici evidenti, presto starete benissimo e tutti i sintomi sopra descritti come per magia scompariranno!

Per guarire dalla disbiosi bisogna prima di tutto modificare la propria alimentazione e depurare l’organismo. E’ fondamentale:

  • consumare tanta verdura sia cruda che cotta (depurative per il fegato consiglio le insalate amare come cicoria, catalogna e rucola) e tanta frutta (MA lontano dai pasti!!! Per evitare ulteriori processi fermentativi);
  • bere tantissima acqua ed evitare come l’inferno i carboidrati la sera.
  • Eliminare o limitare l’uso di farmaci se non indispensabili, quali ad esempio la pillola anticoncezionale che se assunta per anni può compromettere seriamente il fegato e generare tossine che si accumulano nell’organismo.

 

  • Se avete mal di testa, evitate per quanto possibile gli analgesici  che vanno a compromettere ulteriormente la flora batterica (magari usate erbe come la curcuma); vi assicuro che una volta depurato l’organismo e ripristinata la flora batterica il mal di testa diminuirà notevolmente!
  • Cercate di fare un minimo di attività sportiva: anche camminare, fare stepping o iscriversi a corsi di danza caraibica. Il nostro corpo è fatto per muoversi e la staticità può compromettere anche la mobilità dell’intestino oltre che quella dei muscoli. E’ sufficiente una camminata a passo veloce per 30 minuti al giorno possibilmente nella natura, oppure un giro in bicletta una corsa leggera o una nuotata. Consiglio vivamente anche il taichi o lo yoga.
  • Evitate o  eliminate lo stress, sopratutto quello lavorativo.

IN PIU’…

  • E’ fondamenatle assumere i  probiotici giusti che aiutano a ripristinare la flora batterica intestinale. Per capire quale probiotico sia più adatto. In alcuni casi è consigliabile aiutare la terapia con enzimi digestivi (normalmente compromessi in disbiosi) e vitamine del complesso B.  La terapia deve essere mirata e vanno utilizzati prodotti di qualità e specifici per il vostro “tipo” di disbiosi.

 

Written by alimentarmente in: disbiosi,eubiosi,Grassi,piramide alimentare,probiotici |

Nessun commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

*

Powered by WordPress | Aeros Theme | TheBuckmaker.com WordPress Themes | Crea sito web gratis